-Italiano -IT Opzioni

Opzioni

Please select your country!

{{group.Text}}

{{"ifind_go-back" | translate}}

{{group.Text}}

Cermet


​Definizione e caratteristiche

 

​Il cermet è un metallo duro in cui le particelle dure sono a base di carburo titanio invece che di carburo di tungsteno. Il nome “Cermet” è stato coniato unendo le parole ceramica e metallo. In origine, i cermet erano materiali compositi di TiC e nichel. I moderni cermet sono privi di nichel e hanno una struttura composta principalmente da particelle di carbonitruro di titanio Ti(C,N), una seconda fase dura di (Ti,Nb,W) (C,N) e un legante di cobalto arricchito di W.

Il Ti(C,N) conferisce alla qualità una maggiore resistenza all’usura, la seconda fase dura aumenta la resistenza alla deformazione plastica e la quantità di cobalto serve a controllare la tenacità.

In confronto al metallo duro, il cermet ha una maggiore resistenza all’usura e una minore tendenza all’incollamento. D’altro canto, tuttavia, ha una minore resistenza alla compressione e inferiore resistenza agli shock termici. I cermet possono anche avere un rivestimento PVD per aumentare la loro resistenza all’usura.

Applicazioni

 

​Le qualità cermet sono utilizzate in applicazioni con tendenza all’incollamento, dove la formazione di tagliente di riporto rappresenta un problema. Il modello di usura con effetto di auto-affilatura è tale da mantenere basse le forze di taglio anche dopo lunghi tempi di contatto. Nelle operazioni di finitura, ciò consente di prolungare la durata del tagliente e di lavorare con tolleranze strette, ottenendo superfici “splendenti”.

Tra le applicazioni tipiche figurano la finitura di acciai inossidabili, ghise nodulari, acciai a basso tenore di lega e acciai ferritici. I cermet possono anche essere utilizzati come risolutori di problemi in tutti i materiali ferrosi.

Suggerimenti

  • Utilizzare bassi avanzamenti e piccole profondità di taglio.
  • Sostituire il tagliente quando l’usura sul fianco raggiunge 0,3 mm.
  • Evitare le microfessurazioni termiche e rotture lavorando senza refrigerante.

 

GC1525   Qualità cermet tenace e rivestita per tagli interrotti, tornitura.

CT5015   Qualità cermet resistente all’usura per tagli continui, tornitura.

CT530     Qualità per fresatura, per ottenere superfici “splendenti”.

CT525     Qualità per operazioni di finitura in troncatura e scanalatura.

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri e di terze parti) per migliorare l’esperienza di navigazione. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, cliccare qui .