Please select your country! -Italiano -IT Opzioni

Opzioni

Please select your country!

{{group.Text}}

{{"ifind_go-back" | translate}}

{{group.Text}}

​​Fabbriche "verdi" e strutture sostenibili

Innovazione 2020-04-28 Sandvik Coromant

Lo strumento di valutazione ideato da Sandvik Coromant per favorire l'evoluzione verso fabbriche "verdi" e strutture sostenibili copre l'intera catena di produzione: emissioni di CO2, rifiuti, produzione, risorse e ambiente di lavoro.

​Circolarità delle risorse e responsabilità ambientale


Non esiste una strategia infallibile di perseguimento della sostenibilità ma i nostri team di esperti vogliono tentare di trovarla. Nonostante la natura conservativa dell'industria della lavorazione dei metalli, Sandvik Coromant è riuscita a superare gli stereotipi con prodotti e soluzioni che introducono innovazioni importanti nell'intera catena di valore della produzione e ispirano al cambiamento clienti, partner e collaboratori. 



Ora stiamo facendo un ulteriore passo avanti. Essere sostenibili significa agire proattivamente e non è possibile adattarsi alla rapida evoluzione del mondo moderno senza l'aiuto di strumenti intelligenti. Come fautrice della sostenibilità e degli obiettivi delle Nazioni Unite e dell'accordo di Parigi sul clima, Sandvik Coromant ha assunto l'iniziativa di sviluppare una serie di obiettivi interni (che in seguito hanno dato vita a un altro programma interno, denominato Make the Shift) di cui, però, andavano misurati i progressi. L'unico modo tangibile per valutare le prestazioni della nostra azienda era quello di tenere sotto controllo tutte le fabbriche e le altre strutture che abbiamo nel mondo. Per farlo, avevamo bisogno di una fonte di dati costante e affidabile che servisse da punto di riferimento durante lo sviluppo e la messa a punto della nostra strategia di sostenibilità e minimizzazione dell'impronta ambientale. 



Il problema era che tale strumento non esisteva. Almeno fino all'anno scorso.



Promozione dell'efficienza ambientale attraverso la produzione sostenibile

 Nel 2018, in Germania e precisamente a Bonn si è svolta la 23a Conferenza delle Parti (COP) delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e subito dopo è stata messa in campo l'idea di uno strumento di autovalutazione della sostenibilità. Doveva coprire diverse categorie, riflettere con la massima accuratezza le informazioni acquisite e, trattandosi di strumento di valutazione, aveva bisogno di un sistema di punteggio. È così che è nato lo strumento Green factoriy and sustainable facilities

​Sandvik Coromant lo ha introdotto al suo interno lo scorso anno, a copertura di sedici sedi distribuite in tutto il mondo. Lo strumento prevede sei diversi contesti: Health and Safety (salute e sicurezza), Resources (risorse), Working environment (ambiente di lavoro), Emissions and Waste (emissioni e rifiuti), Site, Building and Infrastructure (sito, edifici e infrastrutture) e, ultimo ma non per importanza, Production (produzione). Il sistema di punteggio è suddiviso in sei livelli basati sul grado di impegno a livello locale, ad es. “Local initiatives exist" (presenza di iniziative locali), “Best practice" e “Future stage" (fase futura). A queste categorie sono associati numerosi KPI o indicatori che possono variare e le prestazioni complessive che ne risultano determinano direttamente gli interventi da effettuare, per un modo più strutturato di lavorare.

Non si tratta, tuttavia, di una semplice raccolta di dati. Lo strumento fornisce approfondimenti, informazioni sui rischi e una serie di altri suggerimenti che, ogni trimestre, aiutano direttori di stabilimento e responsabili della sostenibilità ad assumere decisioni migliori. 


Un approccio circolare alla sostenibilità consiste nel riutilizzare e ridurre ogni tipo di rifiuti: recuperare il calore in eccesso, utilizzare luci a LED, pannelli solari e altre soluzioni energetiche non basate su combustibili fossili, riciclare le materie prime, installare sensori integrati, eliminare persino l'abitudine a utilizzare bicchieri di carta nelle aree relax – ogni piccolo passo verso la sostenibilità fa la differenza e Green factory and sustainable facilities mira a evidenziare in che modo questi cambiamenti incidono sul quadro generale. Ci consente di misurare il livello di sostenibilità dei nostri siti e di affrontare ogni sfida in modo efficiente, seguendo un flusso di analisi basate sui dati e una serie di raccomandazioni volte a migliorare fabbriche e strutture coinvolgendo collaboratori e visitatori e mantenendo, nel contempo, un ambiente di lavoro sicuro e moderno 

Uso più intelligente dell'energia per un'economia di produzione più pulita

Per ottenere la massima coesione delle iniziative all'interno del nostro settore condividiamo conoscenze e best practice, a livello sia locale che globale, attraverso una numerosa serie di attività e soluzioni di risparmio energetico. I due obiettivi principali di Sandvik Coromant per il 2030 sono quelli di aumentare l'efficienza energetica riutilizzando o riducendo l'energia consumata nelle operazioni industriali (2,5% all'anno) e di incrementare l'uso di energia pulita. La massima circolarità e il dimezzamento del nostro impatto in CO2 sono alcuni dei principali traguardi di Make the Shif t, il programma attraverso cui tentiamo di raggiungere i nostri target a livello organizzativo, funzionale e di stabilimento. 


Una magia che diventa realtà quando uniamo le forze per risolvere i problemi.

Ulteriori informazioni sul nostro lavoro per la sostenibilità 

 

 

Coltivare la diversità e colmare le lacune di genere/SiteCollectionImages/stories/Innovation/Gender%20equality%20women%20in%20engineering.jpeghttp://coromantadmin.prod.tibp.sandvik.com/it-it/mww/pages/nurturing-diversity-and-closing-gender-gaps.aspx0x010100C568DB52D9D0A14D9B2FDCC96666E9F2007948130EC3DB064584E219954237AF3900FFEB28D1E96F42FE90C43C7046D97B7600244C12A2C617904DBAB04B85DEE9022DColtivare la diversità e colmare le lacune di generePer Sandvik Coromant, la diversità è molto di più che avere uffici in 45 paesi e 7900 collaboratori in tutto il mondo. La diversità è un torrente di nuove idee, nuove prospettive e visioni competitive che arricchisce la vita lavorativa quotidiana e unisce i collaboratori in un ambiente con un alto livello di consapevolezza culturale e accettazione. Metalworking WorldInnovation
The Creators: Cane Creek/SiteCollectionImages/stories/Innovation/INN_CaneCreak_JoshCoaplen.jpghttp://coromantadmin.prod.tibp.sandvik.com/it-it/mww/pages/creators_bicycles.aspx0x010100C568DB52D9D0A14D9B2FDCC96666E9F2007948130EC3DB064584E219954237AF3900FFEB28D1E96F42FE90C43C7046D97B7600244C12A2C617904DBAB04B85DEE9022DThe Creators: Cane CreekIncontriamo Josh Coaplen, Direttore Ricerca & Sviluppo di Cane Creek, piccola azienda statunitense che produce componentistica per biciclette. Jock è la mente attorno a cui ruota tutta l'attività della societàInnovation
La creatività degli inventori di InvoMilling/SiteCollectionImages/stories/Technology/T_InvoMilling_2.jpghttp://coromantadmin.prod.tibp.sandvik.com/it-it/mww/pages/creators_invomilling.aspx0x010100C568DB52D9D0A14D9B2FDCC96666E9F2007948130EC3DB064584E219954237AF3900FFEB28D1E96F42FE90C43C7046D97B7600244C12A2C617904DBAB04B85DEE9022DLa creatività degli inventori di InvoMillingChe caratteristiche ha una mente creativa? Per innovare è fondamentale avere passione e voglia di creare. Ed è grazie a questa passione che Stefan Scherbarth di Sandvik Coromant ha ideato la tecnologia InvoMilling. InnovationGermany
Un'invenzione che viene dal cuore/SiteCollectionImages/stories/Innovation/INN_The Heart_TalGolesworthy.jpghttp://coromantadmin.prod.tibp.sandvik.com/it-it/mww/pages/creators_medical.aspx0x010100C568DB52D9D0A14D9B2FDCC96666E9F2007948130EC3DB064584E219954237AF3900FFEB28D1E96F42FE90C43C7046D97B7600244C12A2C617904DBAB04B85DEE9022DUn'invenzione che viene dal cuore Una mente creativa non si ferma mai, nemmeno quando il cuore fa i capricci. A Tal Golesworthy si è presentata un'occasione rara: l'ha colta e ha avuto successo. MedicalInnovation

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri e di terze parti) per migliorare l’esperienza di navigazione. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, cliccare qui .