-Italiano -IT Opzioni

Not signed-in

Opzioni

Please select your country!

{{group.Text}}

{{"ifind_go-back" | translate}}

{{group.Text}}

Made in Bretagna

Inside manufacturing 2018-01-25 Louise Nordström Audrey Bardou

Grazie a una certa propensione al rischio, a una gestione imprenditoriale e a una filosofia di adozione precoce delle nuove tecnologie, la francese SMPL si è trasformata da piccola officina locale di meccanica di precisione in un marchio presente in tutto il mondo.

Sull'interno della costa occidentale francese, all'altezza del celeberrimo Golfo di Morbihan, si trova Rochefort-en-Terre, un paesino di 700 anime abbarbicato sulla collina noto per il castello del XII secolo, per le stradine in acciottolato e, soprattutto, per i suoi esperti artigiani dal marcato spirito imprenditoriale.
La ditta SMPL (Société de Mécanique du Pays de Lanvaux), situata a poca distanza dal centro abitato, è una perfetta sintesi di queste qualità. Questa officina di 2000 metri quadrati specializzata in lavorazioni meccaniche di precisione, fondata nel 1980, è una storia di successo emblematica: solo nell'ultimo decennio è riuscita a raddoppiare i ricavi, a triplicare il personale e a quadruplicare gli spazi di lavoro. Oggi funge da impianto pilota per i nuovi utensili di Sandvik Coromant e realizza pezzi su misura per qualunque tipo di macchinario, dall'agricoltura al settore aeronautico. E partendo dal mercato locale della Bretagna ha allargato i suoi orizzonti sul mondo arrivando fino in Cina, Brasile e Sudafrica.
Il merito della trasformazione va attribuito a Olivier Goëtnick, un giovane e dinamico imprenditore originario di un paese vicino. Goëtnick era partito dalle lavorazioni meccaniche, acquistando la sua prima officina a 32 anni. SMPL fu la seconda, acquisita due anni più tardi, a cui seguì l'accorpamento di una terza a breve distanza.

​“Al mio arrivo, SMPL era una semplice officina di taglio con 12 dipendenti,” ricorda Goëtnick, oggi direttore e titolare dell'azienda. “I proprietari stavano andando in pensione e la società aveva smesso di crescere, né c'erano piani di ammodernamento in vista. Se avessimo continuato sulla stessa linea, oggi non saremmo qui.”
La svolta di SMPL iniziò con una scommessa. “Ho sempre scelto di rischiare e finora mi è andata bene,” spiega Goëtnick. “Se non si è disposti a correre qualche rischio non si arriva a risultati importanti.” Quella volta, però, l'azzardo fu quasi fatale.
Circa cinque anni fa, un'azienda specializzata in celle robotiche – uno dei leader di mercato nella sbavatura di parti fuse che operava per gruppi automobilistici di fama internazionale come Renault e Peugeot – offrì a SMPL una commessa di grande valore. SMPL accettò – entusiasta dell'occasione di entrare in un nuovo mercato – ma presto le cose si complicarono.
“La mole di lavoro era enorme,” ricorda Gérard Jobin, responsabile tecnico nonché braccio destro di Goëtnick. “Di fatto lavoravamo in perdita, perché ogni pezzo ci richiedeva almeno 15 ore-uomo. Era un'impresa disperata.”

​Non volendo rinunciare, il team di SMPL si rivolse a Sandvik Coromant, un marchio di cui avevano sentito parlare dai concorrenti, e decise di investire nella gamma Silent Tools del gruppo.
“Quello fu il punto di svolta,” spiega Jobin. “Improvvisamente ci bastavano 10 ore per completare ogni pezzo e la finitura era perfetta – nell'ordine dei micron.”
Quell'esperienza segnò l'inizio di un'importante collaborazione tra SMPL e Sandvik Coromant. La disponibilità di SMPL a sperimentare nuovi utensili, unita al suo profilo di “early adopter”, l'hanno portata a diventare partner di Sandvik Coromant nel collaudo di diversi prodotti, tra cui CoroCut QD, CoroTurn 300, CoroTurn Prime e, ultimamente, CoroTurn QDY, introdotto sul mercato il 1° ottobre 2017.
“La prima volta che ho visto in azione il Prime Turning di CoroTurn Prime non credevo ai miei occhi,” ricorda Jobin, riferendosi alla capacità della macchina di eseguire la tornitura in tutte le direzioni. Ne fu talmente impressionato che realizzò un video e lo pubblicò online due settimane prima del lancio ufficiale. Alla data di lancio, quel video aveva ricevuto oltre 11.000 visualizzazioni.
Josselin Blanchet, della filiale francese di Sandvik Coromant, ritiene che la collaborazione tra SMPL e Sandvik Coromant sia di enorme valore. “La nostra partnership si basa su un rapporto di completa fiducia e su un reale scambio di competenze,” dichiara Blanchet. “Siamo estremamente fortunati.”

 

 

Passi da gigante/SiteCollectionImages/stories/Inside Manufacturing/IM_Gundrej_06.jpghttp://coromantadmin.prod.tibp.sandvik.com/it-it/mww/pages/im_godrej.aspx0x010100C568DB52D9D0A14D9B2FDCC96666E9F2007948130EC3DB064584E219954237AF3900FFEB28D1E96F42FE90C43C7046D97B7600244C12A2C617904DBAB04B85DEE9022DPassi da giganteGrazie al nuovo metodo PrimeTurning™ di Sandvik Coromant, un produttore indiano di componenti aerospaziali ha potuto aumentare la produttività e ridurre i tempi ciclo per far fronte a una nuova commessa e gestire una qualità d'acciaio di difficile lavorazione. Metalworking WorldInside metal cuttingIndia
Produrre in GRANDE/SiteCollectionImages/stories/Inside Manufacturing/IM_PRO_CAM_06.jpghttp://coromantadmin.prod.tibp.sandvik.com/it-it/mww/pages/im_procam.aspx0x010100C568DB52D9D0A14D9B2FDCC96666E9F2007948130EC3DB064584E219954237AF3900FFEB28D1E96F42FE90C43C7046D97B7600244C12A2C617904DBAB04B85DEE9022DProdurre in GRANDEUn ordine di 50 casse compressore era una forte tentazione. Ma quegli enormi cubi da 2,4 tonnellate avrebbero spinto la giovane impresa svizzera PRO-CAM CNC AG in un territorio inesplorato. Grazie alla partnership con Sandvik Coromant, l'azienda è riuscita ad aggiudicarsi la commessa e a consegnare i pezzi in sei mesi. Metalworking WorldInside metal cuttingSwitzerland
Il dinamico duo/SiteCollectionImages/stories/Inside Manufacturing/IM_PietroCarnaghi_01.jpghttp://coromantadmin.prod.tibp.sandvik.com/it-it/mww/pages/im_pietrocarnaghi.aspx0x010100C568DB52D9D0A14D9B2FDCC96666E9F2007948130EC3DB064584E219954237AF3900FFEB28D1E96F42FE90C43C7046D97B7600244C12A2C617904DBAB04B85DEE9022DIl dinamico duoPietro Carnaghi, leader nei torni verticali, nelle fresatrici Gantry e nei sistemi di produzione multitasking (FMS), collabora da tempo con Sandvik Coromant per fornire ai clienti soluzioni innovative "chiavi in mano". Coromant CaptoInside metal cuttingItaly
Pensare in piccolo/SiteCollectionImages/stories/Inside%20Manufacturing/IM_Huston_01.jpg?RenditionID=7http://coromantadmin.prod.tibp.sandvik.com/it-it/mww/pages/im_houston.aspx0x010100C568DB52D9D0A14D9B2FDCC96666E9F2007948130EC3DB064584E219954237AF3900FFEB28D1E96F42FE90C43C7046D97B7600244C12A2C617904DBAB04B85DEE9022DPensare in piccoloUn ristagno prolungato del settore petrolifero ha spinto Knust-Godwin LLC a imboccare strade alternative. Sandvik Coromant è stata al suo fianco. Inside metal cuttingUnited States

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri e di terze parti) per migliorare l’esperienza di navigazione. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, cliccare qui .